Stampa questa pagina
Una scuola di sartoria a Katanga in Uganda
16
Mag
2019

Una scuola di sartoria a Katanga in Uganda

 

Una scuola di sartoria a Katanga, una delle baraccopoli più terribili e pericolose al mondo. Qui vivono circa 25.000 persone in condizioni disumane. Le possibilità di cambiare vita sono veramente poche. Molte giovani mamme non hanno di che sfamare i propri figli e per questo sono spesso costrette ad una vita di "compromessi" e sacrifici.

 

 

La vita a Katanga non è per niente facile. Molte giovani donne vivono solo con i propri figli in povere baracche di legno e lamiera. Qui tutto è a pagamento: casa, scuola, sanità, acqua, … le condizioni di miseria in cui vivono queste persone sono per noi inimmaginabili e un cambiamento sembra impossibile. Ma è forte la loro voglia di riscatto. Alcune ragazze, poco più che ventenni, sono già mamme di molti figli. Non hanno un lavoro stabile e mantenere i numerosi figli diventa un impegno insostenibile. 

 

Per questo Kope ha deciso di avviare una SCUOLA DI SARTORIA nella baraccopoli. L'obiettivo è formare 20 giovani sarte ed insegnare loro il mestiere di sarta. E' stata affittata una piccola stanza nella baraccopoli e acquistate 5 macchine da cucire.  I corsi sono iniziati ma c'è molto da fare. 

 

 

L'iniziativa "Mani d'Africa" consiste nell'acquisto di macchine da cucire ed altri strumenti necessari allo svolgimento di attività di sartoria. I beneficiari sono donne in difficoltà, con esperienze anche minime di taglio e cucito, ma che non hanno a disposizione gli strumenti per metterle in pratica.

PER AIUTARE CONCRETAMENTE BASTA DAVVERO POCO!

E' sufficiente un piccolo contributo economico per consentire a queste donne di emergere dalla povertà estrema. Un piccolo contributo per intraprendere un'attività artigianale, che può costituire una fonte di guadagno sufficiente al proprio sostentamento e quindi di un'intera famiglia.

Scopri come contribuire per avviare una nuova sartoria!

Responsabile

Carmen Chinaglia

Sono presidente di Kope. Il mio desiderio è quello di sentirmi utile agli altri. Grazie alle attività della nostra associazione, ho visto molte persone migliorare la propria vita attraverso un semplice gesto di solidarietà.
Sono convinta che non servano grosse somme di denaro per aiutare chi ha bisogno, serve la consapevolezza della fraternità umana. Ognuno di noi può fare qualcosa.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie.